Le casse fai da te del supermercato

Discussioni sul sito e sull'Euro-tracking in lingua italiana

Moderator: ravestorm

Post Reply
User avatar
camozzi2
Euro-Regular
Euro-Regular
Posts: 249
Joined: Mon Feb 28, 2011 11:05 pm

Le casse fai da te del supermercato

Post by camozzi2 » Sat Apr 16, 2011 6:28 pm

Purtroppo ho poche occasioni di metterci le mani sopra, altrimenti sarebbero state un interessantissimo oggetto di studio.

Ma da quel poco che ho visto vorrei fare un esperimento per confermare un mio sospetto.

La cassa fai da te accetta soldi in pagamento fino al raggiungimento del prezzo da pagare.

E' sempre valida la tecnica del "prezzo basso banconota alta".

Ma forse c'è di più.

Ho il sospetto che la cassa fai da te non eroghi mai il contante inserito dai clienti, dato che mi restituisce sempre (quelle poche volte, ripeto) banconote praticamente fior di stampa da 10 e 5 euro e da una posizione diversa e lontana da quella di inserimento delle banconote.

Questo può essere sfruttato a nostro favore.

Premettiamo che la cassa fai da te ha spesso un limite al taglio delle banconote inseribili: non più di 50 euro come taglio. Probabilmente è una sorta di autodifesa contro banconote false ma fatte così bene che la cassa non se ne accorga. Meglio prendersi 50 euro falsi che prendersi 500 euro falsi e restituire pure il resto "pulito".

Ora ecco cosa vorrei sperimentare.

Ipotizziamo di dover pagare una spesa di 42,32 euro.

Se paghiamo con 40 euro in qualsiasi taglio e poi moneta, non otteniamo resto.

Se paghiamo con una banconota da 50 euro, otteniamo di resto una sola banconota da 5 euro.

Io vorrei provare a pagare così e in questo ordine:
banconote a piacere fino a 40 euro, monete a piacere ma SENZA raggiungere la cifra da pagare, QUINDI una bella banconota da 50 euro!

(l'ordine ovviamente è importante, perché se si inserisce subito la banconota da 50 euro il pagamento termina senza possibilità di inserire altre banconote o moneta e viene restituito il resto)

Secondo me la cassa restituisce 4 banconote da 10 euro e una banconota da 5 euro più moneta, e nessuna banconota nostra inserita!

Da provare!


La differenza sostanziale rispetto ad una cassiera umana è che quest'ultima, consegnandogli es. 20 euro + 20 euro + moneta + 50 euro, sicuramente ci restituirebbe le due banconote da 20 euro e la moneta, terrebbe i 50 euro e ci darebbe il resto.
Le casse fai da te invece potrebbero essere sfruttate non solo per mettere in circolazione banconote tracciate come norma, ma anche per ottenerne di nuove, in pratica obbligandole a cambiarci banconote da 50 euro in 4 tagli da 10 euro e un taglio da 5.

User avatar
giulcenc
Euro-Master
Euro-Master
Posts: 8359
Joined: Mon Feb 06, 2006 9:53 pm
Location: Riccò del Golfo + Lerici (SP - Italy)
Contact:

Re: Le casse fai da te del supermercato

Post by giulcenc » Sat Apr 16, 2011 6:33 pm

Ho sperimentato questo trucchetto qualche giorno fa in un supermercato e confermo: le bancontoe dei resti vengono prelevate da una cassetto separato da quello in cui entrano le banconote inserite dai clienti, e se inserisci monete e banconote fino a poco meno dell'importo dovuto e poi un pezzo da :note-50: otterrai 45 euro in banconote da :note-5: e :note-10: più qualche monetina.

Lo stesso sistema vale anche per i caselli automatici sulle autostrade, con la differenza che accetta anche i :note-100:.

User avatar
MorgenSchatten
Euro-Master
Euro-Master
Posts: 2983
Joined: Sun Mar 08, 2009 12:44 pm
Location: Cagliari

Re: Le casse fai da te del supermercato

Post by MorgenSchatten » Sat Apr 16, 2011 10:45 pm

Addirittura lo definisci oggetto di studio... :lol: non t'offendi se mi presento presuntuoso come massimo esperto in materia, vero?!?
(guarda quandi :note-10: ci sono nel mio database)
camozzi2 wrote: Premettiamo che la cassa fai da te ha spesso un limite al taglio delle banconote inseribili: non più di 50 euro come taglio. Probabilmente è una sorta di autodifesa contro banconote false ma fatte così bene che la cassa non se ne accorga. Meglio prendersi 50 euro falsi che prendersi 500 euro falsi e restituire pure il resto "pulito".
SBAGLIATO.
Il limite è di natura pratica, non di natura "antifalso", perché la bontà o meno delle banconote accettate dalle macchinette automatiche è stabilita dalle stampe ad inchiostro magnetico, cioé un sistema di sicurezza non riproducibile. (senza contare altri standard, come grammatura e spessore "esatto" dela carta, reazione a IR e UV, e chissà cos'altro) In poche parole non esiste falso che possa passare impunemente in queste macchinette. O nei distributori automatici di sigarette/preservativi/benzina o in bancomat per versamenti.
C'è un limite al valore della banconota accettata per il semplice fatto che basterebbero pochi clienti di seguito che pagano un conto da pochi spiccioli con :note-500: per prosciugare la cassa e scomodare troppo in fretta gli addetti alla sicurezza e le guardie giurate che la dovranno rifornire. E' anche una questione d'immagine -oltre che di sicurezza-, il rifornimento di cash è una cosa che si cerca di fare in orari di chiusura al pubblico. (anche se in periodi di festa e in weekend particolarmente affollati è possibile assistere all'operazione, visto il grande flusso di clientela e quindi di resti erogati e di conseguenti rifornimenti di cash)
Quindi, per ora le casse che uso hanno limite :note-100: , altre hanno limite :note-50: per importi che non superano tot.
camozzi2 wrote: Ho il sospetto che la cassa fai da te non eroghi mai il contante inserito dai clienti, dato che mi restituisce sempre (quelle poche volte, ripeto) banconote praticamente fior di stampa da 10 e 5 euro e da una posizione diversa e lontana da quella di inserimento delle banconote.
... non lo scoprirai mai se paghi sempre con :note-50: o :note-100: e ricevi resti in :note-5: e :note-10: :lol:


camozzi2 wrote: Ipotizziamo di dover pagare una spesa di 42,32 euro.

Io vorrei provare a pagare così e in questo ordine:
banconote a piacere fino a 40 euro, monete a piacere ma SENZA raggiungere la cifra da pagare, QUINDI una bella banconota da 50 euro!

(l'ordine ovviamente è importante, perché se si inserisce subito la banconota da 50 euro il pagamento termina senza possibilità di inserire altre banconote o moneta e viene restituito il resto)

Secondo me la cassa restituisce 4 banconote da 10 euro e una banconota da 5 euro più moneta, e nessuna banconota nostra inserita!
Non esiste spesa che non meriti un resto di 9x :note-10: + 1x :note-5: . Ogni altro utilizzo dei :note-100: è uno spreco.
Poi, ci sono nuove macchine che erogano resti anche in :note-20: , altre addirittura -che non conosco, ma che giulcenc dice di aver provato- che erogano il resto con il minor numero di banconote possibili con :note-50: compresi.
Gestisci le monete come meglio credi: a volte i centesimi mi sono d'impiccio, a volte serve averli.
my stats here (NIG 1.84)! last update: 16th October 2011.

and you still won't hearing me

lie to me: give me anything-anything to keep me breathing

User avatar
mico
Euro-Master
Euro-Master
Posts: 5433
Joined: Wed Jan 14, 2009 10:40 pm
Location: Fano (Pesaro e Urbino)

Re: Le casse fai da te del supermercato

Post by mico » Sat Apr 16, 2011 11:27 pm

camozzi2 wrote: La differenza sostanziale rispetto ad una cassiera umana è che quest'ultima, consegnandogli es. 20 euro + 20 euro + moneta + 50 euro, sicuramente ci restituirebbe le due banconote da 20 euro e la moneta, terrebbe i 50 euro e ci darebbe il resto.
Le casse fai da te invece potrebbero essere sfruttate non solo per mettere in circolazione banconote tracciate come norma, ma anche per ottenerne di nuove, in pratica obbligandole a cambiarci banconote da 50 euro in 4 tagli da 10 euro e un taglio da 5.
esatto
A me c'è voluto un paio d'anni per capirlo :roll: poi però alla fine il metodo da te proposto posso assicurare che funziona veramente
qualche giorno fa dovevo pagare un conto di circa 22 euro
introduco 4 x :note-5: ed una da :note-50:
così ottengo di resto 4 x :note-10:, 1 x :note-5: e qualche moneta
ovvero 70-22=48 euro

dalle mie parti solo due ipermercati hanno adottato le casse automatiche: Auchan e Ipercoop
il primo, che le ha da più tempo, accetta al max :note-50: euro e fornisce come resto solo pezzi da :note-5: e da :note-10:
il secondo, che le ha introdotte di recente, di sicuro accetta le :note-50: (pezzi più alti non ho ancora provato) e come resto fornisce pezzi da :note-20:, :note-10: e :note-5:

User avatar
Dominic38
Euro-Master
Euro-Master
Posts: 1946
Joined: Sat Oct 23, 2010 5:13 pm
Location: Campobasso
Contact:

Re: Le casse fai da te del supermercato

Post by Dominic38 » Sat Apr 16, 2011 11:44 pm

MorgenSchatten wrote:
mico wrote:dalle mie parti solo due ipermercati hanno adottato le casse automatiche: Auchan e Ipercoop
il primo, che le ha da più tempo, accetta al max :note-50: euro e fornisce come resto solo pezzi da :note-5: e da :note-10:
il secondo, che le ha introdotte di recente, di sicuro accetta le :note-50: (pezzi più alti non ho ancora provato) e come resto fornisce pezzi da :note-20:, :note-10: e :note-5:
(guarda quante :note-10: ci sono nel mio database)
Da notare invece il magro numero di :note-10: presenti nel mio database per via della totale assenza di tecnologia.
Almeno nella mia città (ma quest'estate controllerò al Carrefour di Termoli) non ci sono assolutamente casse automatiche.
Dserrano Statistics updated every day

NIGMM Statistics at 19/04/2014

NIG Statistics at 11/12/2013

Forza Lupi

User avatar
mico
Euro-Master
Euro-Master
Posts: 5433
Joined: Wed Jan 14, 2009 10:40 pm
Location: Fano (Pesaro e Urbino)

Re: Le casse fai da te del supermercato

Post by mico » Sun Apr 17, 2011 9:28 am

Dominic38 wrote: Da notare invece il magro numero di :note-10: presenti nel mio database per via della totale assenza di tecnologia.
Almeno nella mia città (ma quest'estate controllerò al Carrefour di Termoli) non ci sono assolutamente casse automatiche.
ahi ahi ahi piove sul bagnato :?

recentemente sono passato per l'IKEA di Ancona (che non è proprio sotto casa mia...)
e ho avuto l'impressione che, alla barriera delle casse, alcuni clienti utilizzassero delle casse automatiche
non ho notato però se pagavano in contanti o a mezzo blasfeme carte di plastica

secondo chi di voi ci passa più di frequente, è solo un miraggio dovuto alla fame e alla stanchezza conseguenti 2 ore ininterrotte di IKEA :lol:
oppure è vero che anche li ci sono delle casse automatiche?
Perché, se fosse così, la prossima volta magari ci torno più volentieri nonché meglio fornito 8)

User avatar
MorgenSchatten
Euro-Master
Euro-Master
Posts: 2983
Joined: Sun Mar 08, 2009 12:44 pm
Location: Cagliari

Re: Le casse fai da te del supermercato

Post by MorgenSchatten » Sun Apr 17, 2011 9:49 am

Ci sono stato una volta in Germania, e gli oggetti in vendita mi sembrano troppo inadatti a questo genere di pagamento. Le casse automatiche sono in genere strette, per favorire i controlli, e necessitano di un passaggio del bene acquistato su pesa o su nastro per verificare che il peso e il volume del bene che si sta portando via corrisponda al peso e volume del bene passato allo scanner (esempio banale: non è che allo scanner passo il codice a barre di una birretta e sul nastro trasportatore ci metto una bottiglia di champagne! oppure, passo allo scanner una confezione da 3 yougurt e nel nastro ci metto una confezione da 6). Questi controlli li vedo difficili all'IKEA, non è che uno può scaricare/caricare tutta sta roba dai carrelli... capirei le cose piccole (biancheria per la casa, suppellettili, cianfrusaglie), ma il piccolo mobilio, quello che si può prendere direttamente in negozio e non dal magazzino... !!! A me sembra un tipo di compravendita che necessita la presenza di un cassiere... poi mi posso sbagliare :mrgreen: qua l'IKEA non esiste (ancora) :mrgreen: e quindi non posso verificare. Sempre giulcenc è un buon frequentatore -obbligato- di IKEA, chiediamo a lui cosa ne pensa!
Anzi, uno di questi giorni voglio provare ad andare in qualche grande COOP per vedere se sono arrivare anche lì le casse automatiche... tanto per cambiare un po' aria!
my stats here (NIG 1.84)! last update: 16th October 2011.

and you still won't hearing me

lie to me: give me anything-anything to keep me breathing

User avatar
giulcenc
Euro-Master
Euro-Master
Posts: 8359
Joined: Mon Feb 06, 2006 9:53 pm
Location: Riccò del Golfo + Lerici (SP - Italy)
Contact:

Re: Le casse fai da te del supermercato

Post by giulcenc » Sun Apr 17, 2011 10:39 am

Confermo che nel mio passato recente (e purtroppo anche nel futuro, precedo) ho frequentato i negozi IKEA di Firenze, Parma e Genova, e in tutti questi punti vendita ho visto che ci sono casse automatiche in cui puoi fare tutto da solo con la supervisione del personale (tipo due addetti ogni 4 casse), ma i pagamenti sono solo con carte elettroniche, e quindi io non le ho mai usate.
Tra l'altro, ora non ricordo se in queste casse c'è un limite massimo alla quantità di oggetti per persona, come nei supermercati ci sono le casse cosiddette "veloci" (max 10 pezzi per persona).

User avatar
giulcenc
Euro-Master
Euro-Master
Posts: 8359
Joined: Mon Feb 06, 2006 9:53 pm
Location: Riccò del Golfo + Lerici (SP - Italy)
Contact:

Re: Le casse fai da te del supermercato

Post by giulcenc » Sun Apr 17, 2011 10:41 am

MorgenSchatten wrote:Poi, ci sono nuove macchine che erogano resti anche in :note-20: , altre addirittura -che non conosco, ma che giulcenc dice di aver provato- che erogano il resto con il minor numero di banconote possibili con :note-50: compresi.
Ehm... l'ho detto io? Ora a memoria non ricordo macchine che diano anche i :note-50: di resto... però il concetto di base è giusto, meno banconote danno di resto e più autonomia hanno, e questo può giustificare il costo derivante da una maggiore complessità tecnologica.

User avatar
MorgenSchatten
Euro-Master
Euro-Master
Posts: 2983
Joined: Sun Mar 08, 2009 12:44 pm
Location: Cagliari

Re: Le casse fai da te del supermercato

Post by MorgenSchatten » Sun Apr 17, 2011 11:52 am

giulcenc wrote:
MorgenSchatten wrote:Poi, ci sono nuove macchine che erogano resti anche in :note-20: , altre addirittura -che non conosco, ma che giulcenc dice di aver provato- che erogano il resto con il minor numero di banconote possibili con :note-50: compresi.
Ehm... l'ho detto io? Ora a memoria non ricordo macchine che diano anche i :note-50: di resto... però il concetto di base è giusto, meno banconote danno di resto e più autonomia hanno, e questo può giustificare il costo derivante da una maggiore complessità tecnologica.
Ricordo sicuro che era una COOP o CONAD in Liguria.
Per il resto, sì, è il concetto esatto e ottimale (ottimale per il market, non per il tracker), cioé dare meno banconote possibili con i tagli più grandi possibili, in modo che nel momento del bisogno vero i pezzi piccoli siano sempre disponibili. Le nuove casse AUCHAN infatti danno resto in :note-20: seguendo questo principio (e ripeto, giusto principio per loro, non per noi :mrgreen: infatti uso solo quelle vecchie) (anche se devo ammettere che l'unica volta che ho usato queste macchine odiose ho ricevuto la mia prima :note-20: G/E :mrgreen: questo ha fatto di me il terzo del forum ad ottenere questo traguardo)
my stats here (NIG 1.84)! last update: 16th October 2011.

and you still won't hearing me

lie to me: give me anything-anything to keep me breathing

User avatar
claudio vda
Euro-Master
Euro-Master
Posts: 9039
Joined: Wed Nov 07, 2007 2:35 pm
Location: Bremen (DE) + Pisa (IT)
Contact:

Re: Le casse fai da te del supermercato

Post by claudio vda » Mon Apr 18, 2011 8:18 pm

Questi ingegnosi studi possono essere applicati con qualche variazione anche a tutte le macchinette per i biglietti ferroviari; quelle di Pisa Centrale, ad esempio, hanno la simpatica abitudine di dare resti solo in pezzi da 5, da 0,50 e da 0,05.

Tutte? No! Se andate nei Paesi Bassi avrete il dispiacere di constatare come le Nederlandse Spoorwegen siano nemiche acerrime dei tracciatori.
Le macchinette NS, infatti, accettano solo monete o carte di credito... e null'altro! D'altro canto le NS hanno deciso di incentivare l'uso della macchinetta automatica, così se fate il biglietto allo sportello pagate un supplemento di 0,50 E per i nazionali e di 3,50 E per gli internazionali (che viste le ridotte dimensioni dei Paesi Bassi sono roba comune).
In pratica le ferrovie nederlandesi scoraggiano il pagamento in banconote in favore di quello in monete e carte di credito.

Di questa orribile e disgustosa congiura machiavellica approfitta un mio amico che fa il tassista, che mette da parte tutte le monete che gli capitano a tiro e poi chiede ai clienti se servano loro spiccioli per le macchinette.

Eccoli, gli indegni ordigni! :twisted:

Image
My statistics are HERE, last update 15th March 2020.
Join the European Association of Eurobilltrackers (A2E) !!!

User avatar
Kart
Euro-Master
Euro-Master
Posts: 1011
Joined: Sat Jan 02, 2010 5:30 pm

Re: Le casse fai da te del supermercato

Post by Kart » Sat Apr 23, 2011 5:45 pm

claudio vda wrote: D'altro canto le NS hanno deciso di incentivare l'uso della macchinetta automatica, ...
suppongo però che lì non sia come in Italia dove (almeno a Roma e Milano è così) affianco ad ogni macchinetta automatica c'è un personaggio che con la scusa di aiutarti cerca di estorcerti denaro :evil: e bisogna sempre far attenzione al portafogli... certo migliorare il servizio di vigilanza all'interno delle stazioni sarebbe una cosa intelligente da fare. :evil:

User avatar
camozzi2
Euro-Regular
Euro-Regular
Posts: 249
Joined: Mon Feb 28, 2011 11:05 pm

Re: Le casse fai da te del supermercato

Post by camozzi2 » Tue Apr 26, 2011 3:07 pm

Ho scritto ai supermercati che frequento, attraverso i rispetti siti web, suggerendo l'introduzione delle casse fai da te nei loro punti vendita! :)

Potete farlo anche voi.

User avatar
sen-chuan
Euro-Master
Euro-Master
Posts: 4389
Joined: Wed Apr 21, 2004 1:33 pm
Location: Jesolo (Venezia)
Contact:

Re: Le casse fai da te del supermercato

Post by sen-chuan » Tue Apr 26, 2011 9:38 pm

Il Famila qui a Jesolo le ha già installate sin dall'apertura, mentre l'Ipercoop di San Donà le hanno appena messe.

User avatar
camozzi2
Euro-Regular
Euro-Regular
Posts: 249
Joined: Mon Feb 28, 2011 11:05 pm

Re: Le casse fai da te del supermercato

Post by camozzi2 » Wed Apr 27, 2011 10:38 am

Nuova tecnica per tracciare di più:

Farsi cambiare una banconota di taglio alto per le casse fai da te.

Quando vi recate in un ipermercato dotato di casse fai da te rivolgetevi al box accoglienza, dite che volete usare le casse fai da te ma che avete in tasca solo una banconota da 500 / 200 / 100 euro - un taglio superiore al taglio massimo accettato dalle casse fai di te (di solito 50 o 100 euro).

Magari vi suggeriranno di andare in una cassa normale ma giustificandovi dicendo di non voler fare la coda, di essere comodi con le casse fai da te ecc.

Di solito sono disponibili.

Se il box accoglienza ha contanti possono cambiare la vostra banconota direttamente, altrimenti possono accompagnarvi in una cassa per effettuare il cambio.

Più difficile invece ottenere il cambio direttamente da una cassa senza passare dal box accoglienza. Di solito negli ipermercati le cassiere hanno l'ordine di non cambiare denaro.

Tecnica già testata due volte con successo.

Post Reply

Return to “Discussioni sul sito e sull'Euro-tracking (Italiano)”