THE TRACKER - Il tracciatore

Discussioni sul sito e sull'Euro-tracking in lingua italiana

Moderator: ravestorm

User avatar
claudio vda
Euro-Master
Euro-Master
Posts: 8855
Joined: Wed Nov 07, 2007 2:35 pm
Location: Pisa (IT) + Bremen (DE)
Contact:

Re: THE TRACKER - Il tracciatore

Post by claudio vda » Sun Jan 28, 2018 5:30 pm

ART wrote: La meravigliosa storia d'amore nascosta in una banconota

Pròdromi di tracciaménto! 8)
HERE you can find my statistics, last update 18th November 2018.
Join the European Association of Eurobilltrackers (A2E) !!!

User avatar
ART
Euro-Master
Euro-Master
Posts: 5339
Joined: Sat Oct 16, 2004 8:26 pm

Re: THE TRACKER - Il tracciatore

Post by ART » Sat Nov 10, 2018 1:34 am

Una bella :note-50: nuova, giovane e liscia è in un portafoglio con la sua amica della stessa lastra di stampa, entrambe appena prelevate dall'ATM.


"Che bello, raga! Finalmente ci hanno avviate in circolazione, ero stufa di stare chiusa in mazzetta!"
"Sì, finalmente si comincia! ^^ "
"Ma chissà dove finiamo! Non vedo l'ora! Secondo te sarebbe meglio girare solo in eurozona o andare anche un po' fuori?"
"Per me meglio vedere un po' il mondo... però a un certo punto vorrei tornare qui in UE e andare in pensione qui."
"Ahahah, ma dai, pensi già alla fine della carriera? Lo sai che le banconote di alto taglio come noi durano un casino: ne abbiamo di gavetta davanti!"
"Eeeh lo so, lo so! Ma a te piacerebbe essere tracciata?"
"Tracciata? Cos'è?"
"Eravamo ancora in deposito, ho sentito parlare di un sito su Internet in cui s'inserisce il tuo numero di serie e il codice di stampa, poi se ti trova qualcun altro che conosce quel sito e riscrive i tuoi dati... viene segnalato ad entrambi che percorso hai fatto e quanto ci hai messo a finire dall'altro!"
"Che figata! Spero esista davvero, voglio entrarci, diventeremo famose!"
"Famose? Ouh, non esageriamo adesso!"
"Ahahaha, ma che, sei diventata timida prima ancora che ti tocchino?"
"Noo, scema! Ma ti auguro di essere tracciata se è questo che vuoi."
"Sarò tracciata, e anche tu!"
"Speriamo... almeno lì nessuno ci separerà."
"Mmh? Perchè dovremmo separarci?"
"Come perchè?"
"Siamo qui insieme, e ci resteremo!"


Si rese conto con dispiacere che l'amica, nella sua giovane ingenuità, non aveva ancora capito: non sapeva che prima o poi il destino di tutte le banconote nuove, anche quelle delle stesse lastre e gli stessi fogli, è di separarsi per circolare. E di continuare a farlo con scarsa probabilità d'incontrarsi nuovamente, nei portafogli, nelle casse o nei caveau. L'incolpevole inconsapevolezza dell'adolescenza, la spensierata allegria di chi è all'inizio e ancora non si rende conto di quanti e quali ostacoli dovrà affrontare...


"No, purtroppo non possiamo. Vorrei tanto, ma non possiamo..."
"Ma dai, non scherziamo! Stiamo qui, siamo la stessa valuta, perchè mai dovrebbero separarci?"
"Lo sai anche tu che esistono moltissimi pagamenti sotto i 50 €... secondo te che motivo c'è di eseguirli con entrambe?"
"Ma..."
"Non sto scherzando, è così. Siamo praticamente sorelle, veniamo dallo stesso foglio, ma siamo comunque costrette ad allontanarci..."
"No... non è possibile... non voglio!"
"Non devi prenderla così. Siamo fatte per circolare, esistiamo per questo, e vedrai che faremo tutt'e due carriere brilanti."


L'amica era sconvolta. Non poteva accettare una cosa simile, una crudeltà del genere. Erano nate insieme. Insieme avevano visto la luce sui rulli di stampa, insieme erano state tagliate dai fogli e insieme erano state deposte nella mazzetta, una dietro l'altra. Quanti momenti felici, a chiacchierare con le altre banconote, a svelarsi segreti, ad ascoltare i racconti semi-leggendari sul mondo esterno che giravano in deposito. Era troppo, si sentiva sgorgare le lacrime.


"Non voglio lasciare la mia sorellina..."
"Non fare così, devi essere forte! Siamo tutte sorelle, siamo la stessa valuta, siamo miliardi!"
"Ma tu sei diversa, sei la mia unica vera amica..."
"E continuerò sempre ad esserlo. Ma non sarai sola, incontrerai un sacco di altre banconote e anche le monete! Non sei curiosa di vederle dal vero?"
"Sì, ma io... non..."
"Ripigliati, che fai star male anche me. Se siamo fortunate finiremo nelle collezioni di banconote e magari camperemo per secoli, o se ci troveranno quei tracciatori di cui si parla i nostri seriali rimarranno per sempre. In ogni caso ricorda che raramente sarai sola."
"E' vero, ma è dura lo stesso."
"Lo so, ma pensa a quanti bei posti vedrai, e..."


Ad un tratto l'oscurità del portafoglio sparì e un getto di luce inondò la scena.


"Che succede?? E' come quando siamo uscite dall'ATM!"
"Hanno aperto il portafoglio!"
"Ma che... NO!"


Una mano afferrò l'amica e cominciò a sollevarla. Il primo utilizzo per pagare la spesa in un supermarket.


"NOO! NON VOGLIO! LASCIAMI!"
"NON FARE COSÌ! VAI, STAI INIZIANDO A CIRCOLARE!"
"TI VOGLIO BENE!"
"ANCH'IO! SAREMO AMICHE PER SEMPRE!"


L'inizio di una nuova vita.

Nell'eurozona e anche ben oltre circolano miliardi di banconote, usate ogni giorno per i più svariati pagamenti e spesso riunite per molto tempo in casseforti, cassette di sicurezza e caveau. Non è detto che le due protagoniste di questa storia non s'incontreranno mai più, o che magari non avranno notizie l'una dell'altra attraverso la registrazione dei rispettivi numeri di serie nel database di EuroBillTracker.
Sì, lo so, in un mare simile sarà dura... però mai dire mai: "le vie del Signore Denaro sono infinite".
"Awaken, my child, and embrace the glory that is your birthright!
Know that I am the Overmind, the eternal will of the swarm,
and that you have been created to serve me."

"If you lose, you can't win" (Andrea)
"Everything ends" (Ines)
"Run not tired me" (Ines)
. . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . .
European soul, European pride.

Post Reply

Return to “Discussioni sul sito e sull'Euro-tracking (Italiano)”